Alice Pasquini | 999Contemporary

on
0

Alice Pasquini | 999Contemporary

Tutte le strade portano da “Alice”. Alice chi? Di certo non quella immaginata da Lewis Carroll nei suoi racconti, perché in questa storia Alice non è una bambina bionda persa in un mondo magico, ma l’ideatrice stessa di quel mondo, che con pennarelli e bombolette spray lo rende “meraviglioso”. Romana ma cittadina del mondo, le superfici sono la sua tela, un mix tra illustrazioni fantastiche e murales metropolitani; sto parlando della street artist Alice Pasquini. Ma se per gli artisti da “studio” è molto semplice trasportare le loro tele in qualunque galleria, lei come fa? Chiedetelo alla Galleria 999Contemporary. Il dentro si trasforma in fuori, e il fuori in dentro; Questa è l'impressione che mi trasmette questo spazio espositivo, a via Alessandro Volta 48 nel cuore del quartiere Testaccio di Roma, dove troverete non solo il libro "Cinderella pissed me off" con più di 300 foto di opere selezionate tra le 1000 sparse in tutto il mondo ma anche oltre 30 opere in galleria tra composizioni inedite e le sue icone più famose. La stanza è piena di cassetti, armadietti, ante, porte che, come l’Alice di Carrol, sicuramente non potrete fare a meno di aprire; dentro un armadietto puoi trovare due ragazzi che si abbracciano immortalati su una busta di carta, in alto un paio di scarpe che penzolano giù da un cavo elettrico, dentro i cassetti bombolette spray, polaroid, una sveglia(del bianconiglio?), una pipa, e ancora una vecchia macchina da cucire singer, ai muri una ragazza in motorino nel traffico urbano oppure un cagnolino che sporge dal finestrino di un autobus. Ma non finisce qui, perché addentrandovi nel chioschetto interno, troverete una tavolata con il Cappellaio Matto e il Leprotto Bisestile (mi hanno offerto una tazza di…coca cola), i simpatici organizzatori vi mostreranno le ultime opere; La vernice spray si sovrappone a segnali stradali creando volti di ragazzi (veri, poco fiabeschi) mentre un bambino fa una boccaccia dipinto sullo sportello di un contatore del gas. A questo punto della storia dovreste svegliarvi dal sogno vero? tranquilli perchè potete visitare la mostra fino al 19 maggio 2012. Quindi tenete gli occhi aperti mentre vagate per il mondo, perché dietro ogni angolo potrete trovare un "pezzo" di Alice. P.s. Una richiesta personale, vuoi decorare la mia casa? Carta (anzi muro) bianca a te!
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Writer /// Nicodemo Callà
Graphic Designer /// Claudia Bessi
Photographer /// Daria Craparo
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)