Alice Pasquini | Take Me Anywhere

on
0

Alice Pasquini | Take Me Anywhere

Chi è Alice Pasquini? In realtà è difficile non conoscerla, ed anche noi ve ne avevamo già parlato qualche tempo fa dedicandole un'intervista. Magari il nome potrà suonarvi poco familiare ma sicuramente vedendo le sue opere, sparse ormai in tantissime città del mondo non potrete non dire ' Questo è di Alicè !', lo pseudonimo con il quale si firma. Alice Pasquini è entrata a tutti gli effetti nella tribuna d'onore degli street artist più amati e riconosciuti a livello internazionale, ed anche dei più bravi, diciamolo. Classe 1980, romana, dopo gli studi all'Accademia di Belle Arti di Roma Alice ha lavorato come designer, pittrice ed illustratice in diversi paesi d' Europa. La sua carriera è costellata di grandi collaborazioni con riviste, quotidiani, artisti e gallery. Ha illustrato la bellissima graphic novel  "Vertigine" di Melissa P., e collaborato con Greenpeace, Microsoft e via dicendo.
 

Le ragazze dallo sguardo lontano, le bambine ridenti, i collage di pittura che raccontano tutti i volti delle emozioni, nel modo più puro, innocente ed autentico che si possa immaginare, tutto rapprensentato con una tecnica pittorica molto personale, che si porta dietro il bagaglio degl'anni '90 e la lezione impartita dalla cultura hip hop. Non c'è dubbio che Alice preferisca i muri alle tele: le sue opere decorano come un vero art attack urbano le strade di mezzo mondo, Roma, Napoli, Londra, Vietnam, Indonesia, Germania, Stati Uniti e la lista è ancora lunga.
 

Un'occasione unica per vedere le opere di Alice e viaggiare attraverso le sue visioni del mondo è la mostra "Take Me Anywhere" curata da Marta Gargiulo e visibile fino al 23 Gennaio 2014 alla galleria Varsi di Roma. La mostra vuole raccontare il mondo che c'è dietro le opere della street artist, i viaggi, i colori, gli odori prima e dopo un murales. Sketch è la parola chiave: una raccolta di schizzi fatti da Alice per rappresentare al meglio l'idea che verrà poi riportata su un muro, una parete, uno scorcio di città. Entrare alla Galleria Varsi è come entrare nel diario di Alicè: uno sguardo intimo, raccolto, sporcato di pittura; il baule al centro della sala che raccoglie fogli, cornici, schizzi, colori, bombolette spray è il feticcio perfetto,simbolo dell'arte vagabonda e dinamica di Alice Pasquini.
 
 
In occasione della personale su Alice Pasquini è stato edito anche un catalogo delle sue opere curato sempre da Marta Gargiulo e Galleria Varsi che potrete trovare nella gallery di Via San Salvatore in Campo,51 un motivo in più,come se ce ne fosse bisogno, per andare a vedere la mostra che, vi ricordo, è ad ingresso gratuito. Un'artista brava, una galleria bella, una mostra interessante, da non perdere assolutamente.

Pagherei per vedere le opere della bravissima Alice Pasquini, ma forse la sensazione che si prova a trovare uno dei suoi splendidi murales camminando per la città, non ha davvero prezzo. Portami ovunque.
 
Sito ufficiale di Alice Pasquini http://www.alicepasquini.com/
Per maggiori info sulla mostra e la galleria http://www.galleriavarsi.it/ita/
Per rileggere l'intervista di Creazina.it ad Alice Pasquini clicca qui
 
Writer & Photographer // Roberta Solitari
Nessun voto finora