Asvoff 6 | A Shaded View on Fashion Film

on
0

Asvoff 6 | A Shaded View on Fashion Film

A Roma si è appena concluso Asvoff – A Shaded View on Fashion Film, il primo festival annuale internazionale di cortometraggi dedicati a fashion, style and beauty, ospitata da AltaRoma in collaborazione con Bulgari, tenutasi nel cuore della capitale, nel Tempio di Adriano, dal 24 al 26 gennaio.
 

Progettato e concepito da Diane Pernet, Asvoff ogni anno si fa promotore dei migliori fashion film, presentando il lavoro di registi di fama internazionale e mettendo in luce quello di giovani promesse del settore. Lanciato nel 2008 al Centre Pompidou di Parigi, il festival ha intrapreso un percorso itinerante, arrivando per la prima volta a Roma, in una mostra curata da Federico Poletti e Alessio de Navaques.

"Mostreremo un tipo di creatività ultramoderna nei resti di un antico tempio pagano eretto quasi due millenni fa", ha affermato Diane Pernet. Poletti e de Navaques ci sono riusciti, con una scenografia che abbraccia le colonne interne del tempio, un nastro conduttore di storie e racconti.

Quest’anno l’evento, oltre a mostrare i video selezionati da Diane Pernet per il festival, include una mostra a lei dedicata, vista come emblema indiscusso del fashion system. La retrospettiva “Diane Pernet Shadows of an Icon” è stata curata da Cristiano Seganfreddo e Federico Poletti, ricostruendo la sua figura e i momenti che ne hanno sancito il successo, in un collage d’immagini, fotografie e ritagli di giornale.
 

Inoltre, all’interno dell’evento sono stati esposti i lavori vincitori di “Let Bulgari dazzleyour sense” un video contest lanciato da Bulgari e promosso con Asvoff e AltaRoma, in cui era richiesto a giovani registi e video maker di realizzare un cortometraggio di 1’, ispirandosi alle pietre colorate simbolo dalla maison. Alla serata inaugurale, la madrina Isabella Ferrari ha annunciato i nomi dei tre vincitori:"The Color of My Life" di Vincent Gagliostro, "Notre Amour" di Franck Glenisson e "State of Flux" di Karine Laval. I vincitori saranno inseriti nelle celebrazioni dei 130 anni di Bulgari,  affiancando il lavoro dei più grandi registi che hanno lavorato per il brand.

Stéphane Gerschel, International Communications Director di Bulgari Spa, ha commentato l’iniziativa: "Abbiamo deciso di sostenere questa iniziativa per il grande legame che unisce il nostro brand a Roma, città eterna dove la moda e il cinema si compenetrano, capitale della tradizione e dell'artigianalità, ma allo stesso tempo fonte d'ispirazione per i creativi di tutto il mondo".

Il plus di tale manifestazione è dare voce ai giovani, proponendo un momento in cui i loro lavori fanno da protagonisti, creando un evento internazionale che, con la propria notorietà, fa da catalizzatore d’attenzione, riuscendo quindi a mettere in risalto i giovani creativi.
 
Foto di @AltaRoma AltaModa

Si aggiunge la rilevanza di Roma, che sempre più si sta affermando come città rivolta alla moda, scegliendo di ospitare uno dei festival più all’avanguardia del settore, mostrandosi quindi, non solo come una città orgogliosa della propria tradizione stilistica, ma anche cosciente dei movimenti che rappresentano la cultura contemporanea.
 
 
Writer /// Greta Procentese
Graphic Designer /// Francesco Onorati

 
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)