BilBOlbul | Festival internazionale del fumetto

on
0

BilBOlbul | Festival internazionale del fumetto

Mentre accendevo il computer per scrivere quest'articolo, ho provato ad indovinare cosa diamine significasse il nome del festival del fumetto più importante d'Italia, il BilBOlbul, che si tiene annualmente da ormai sette anni a questa parte a Bologna. Il “Bol” centrale sta sicuramente per “bolognese”, ma il “Bil” e il “Bul”? Tuttavia, dopo una breve ricerca nei meandri dell'onnisciente Google, ho scoperto che in realtà Bilbolbul è il nome del più antico fumetto italiano, ideato nel lontano 1908 da Attilo Mussino e pubblicato sul Corriere dei piccoli. Bilbolbul è un bambino nero che vive storie surreali in un piccolo villaggio dell'Africa, e la sua caratteristica principale è quella di adeguarsi fisicamente alle metafore con cui venivano raccontate le sue avventure: quindi, se scappava con le ali ai piedi c'erano davvero due ali che gli spuntavano dalle caviglie, se aveva un diavolo per capello c'erano dei diavoletti che gli saltellavano in testa.
 
 
 
Dunque anche spiegato il logo del suddetto festival, e l'apparizione abbastanza frequente sulle locandine di un omino dalla pelle nera. Ma oggi il nome BilBOlbul ha assunto anche un altro significato, ben più importante, ed è quello di fucina creativa e alta concentrazione di giovani talenti. Infatti, dal 21 al 24 febbraio, sarà possibile non solo visitare le decine di mostre in programma in giro per la città, ma anche partecipare a workshop, assistere a proiezioni di film, performance, concorsi, incontri con artisti, laboratori con bambini e tanto altro. Le iniziative sono già partite, con l'”Aspettando BilBOlbul”, e continueranno nei prossimi giorni per un fine mese all'insegna della fantasia e del divertimento. A testimonianza del fatto che, checché si dica sui problemi economici che sta affrontando il mondo, le menti creative non vanno di certo in crisi. Anzi.
 
 
 
 
Locandina di Andrea Ristaino
 
Writer /// Elena De Luca
Illustrator /// Andrea Ristaino
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag :