Carol Christian Poell | Motelsalieri

on
0

Carol Christian Poell | Motelsalieri

Quando ho scelto di realizzare un reportage su Carol Christian Poell, non avevo la minima idea di cosa mi aspettasse, ho solo seguito il mio istinto. Così prima di imbarcarmi in quest’avventura, mi sono messo davanti al fidato pc e ho digitato Carol Christian Poell su Google. Beh che fosse un designer austriaco lo sapevo già, quello che non sapevo è che “respirava” moda fin da bambino quando aiutava il padre adottivo nell’impresa di famiglia.  Ha studiato design e sartoria prima a Graz e Vienna e infine a Milano. Ama la tradizione, i dettagli sartoriali e l’ingegneria tessile. Ma soprattutto ama seguire strade inesplorate. Si diverte a sperimentare non solo sulle creazioni, ma anche nel modo di esporle. Non organizza sfilate ma allestisce degli showroom temporanei in luoghi sempre diversi, degli eventi al 100%. A volte suggestivi, come nel 2003 il Naviglio Grande di Milano diventa una passerella, con le sue creazioni che venivano trasportate dalla corrente.  Altre più macabre: nel 2009 l’ambientazione era la cella di raffreddamento di un ex macello, dove capi ed accessori erano appesi tra carcasse di animali. Chiudo il pc, e mi chiedo se il mio istinto avrà fallito stavolta? Mentre la Capitale è in continuo movimento per le sfilate di AltaRoma, mi ritrovo al numero 162 di via Giovanni Lanza, davanti alla galleria e store concettuale Motelsalieri. Due stanze, due dimensioni, a sinistra l’arte e a destra il design; Nella prima vengo accolto da un cavallo a grandezza reale dall’aspetto molto minaccioso, interamente foderato di pelle, con tanto di morso, zoccoli e criniera veri. Dopo aver sorpassato il cavallo (è innocuo) disseminati per la stanza trovo dei blocchi neri, dove accessori(scarpe, guanti e cinture) vengono immobilizzati, come sabbie mobili fatte di gomma solida. E se a sinistra gli accessori affondano, nella stanza a destra vengono portate alla luce. Il pezzo forte della collezione del designer austriaco sono proprio le sneakers verde militare, con la gomma “colata” nella suola. Bisogna seguire l’istinto, ha sempre ragione!

http://www.carolchristianpoell.com/

http://www.motelsalieri.org/

Writer / Photographer /// Nicodemo Callà

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)