Festival Internazionale del Giornalismo

on
1

Festival Internazionale del Giornalismo

 

Siamo ripartiti da Perugia con le tasche piene di cioccolata e la testa di notizie. Il Festival Internazionale del Giornalismo ci ha permesso di capire quanto sia importante oggi comunicare informazioni reali in tempo reale. Un piano d'albergo a Cinque stelle completamente a disposizione di centinaia di giornalisti e fotografi provenienti da tutto il mondo, ognuno attrezzato di portatile per scrivere e post produrre in tempo reale. Uno stanzone il cui spazio è saturo di journalism addicted, persino il pavimento fa da punto logistico di trattamento ed invio. La sala Meeting dell'Hotel è stata perennemente occupata da più e più relatori che a turno hanno espresso opinioni, raccontato esperienze e fatto un po' di pubblicità a se stessi.

La cosa migliore, per chi è ancora giovane e ha voglia di navigare in questo mare, è partecipare a questo evento come "Missionari", detti anche i Volontari. Si impara molto, si conoscono molte persone che vorrebbero fare o fanno il mestiere e, per i fotografi, c'è la probabilità di vedere i propri scatti su testate importanti a livello nazionale.

L'unica pecca del Festival, corrente anno, è stata non pagare nemmeno il viaggio a questi martiri del giornalismo. Causa principale: una maggiore adesione di politici e politicanti all'evento, ovviamente pagati. Più politici, meno soldi per ragazzi volontari venuti da tutt'Italia, volenterosi nonostante lo smacco economico.Ci chiediamo se ne valga ancora la pena.    Chi di noi vi ha partecipato risponde «assolutamente sì, anche se…».

 

 

  • Federica Caglioti   ///  Writer
  • Luca A. Caizzi     ///   Photographer
  • Federica Russo  ///     Graphic Designer
Nessun voto finora

IJF ? Io ci sto !

Sono stato fotografo volontario di questo grande evento nell'edizione 10 di quest'anno. Tutti i giovani fotografi o aspiranti tali dovrebbero inoltrare domanda per la partecipazione. Farete parte per un intera settimana di una mega redazione che vi porterà ad accrediti e contatto con personalità di spicco del mondo del giornalismo e non solo. Il rimborso spese non dovrebbe essere un problema, anche se si conoscono le cause degli investimenti che hanno portato al taglio sui volontari. Per il pernotto ci sono ostelli economicissimi pieni di volontari pronti a far baldoria dopo lavoro. Che dire. Io ci sto! Luca.