Ray Caesar | The Trouble with Angels

on
0

Ray Caesar | The Trouble with Angels

In pieno centro a Roma, in una di quelle stradine che sembrano tutte uguali e dove si alternano botteghe decennali e negozi super in, once upon a time..la Dorothy Circus Gallery. C'era una volta e c'è ancora oggi in via dei Pettinari,76 questa piccola galleria, una perla di pop surrelism nel centro della città d'arte classica per eccellenza, che organizza eventi ed espone le opere dei più noti ed innovativi artisti del panorama pop internzionale. La programmazione 2014 è stata appena inaugurata, e davvero in grande stile con la personale di Ray Caesar "The Trouble with Angels", iniziata lo scorso 14 Febbraio, alla presenza dell'artista stesso, e che sarà visibile fino al prossimo 2 Aprile 2014 ad ingresso gratuito.
 

Ray Caesar
, classe 1958 nato a Londra ma cittadino del mondo è il più importante esponente della Digital Art, innovatore, visionario e punto di riferimento per artisti ed amanti del genere. Il suo immaginario ricco, forte, ed evocativo, i lunghi anni di studio nelle scuole d'arte e le esperienze con la progettazione ed animazione digitale formano il grande artista internazionale che è oggi. Le suo opere sono esposte nei più importanti musei del mondo ed ospitate nelle esposizioni più prestigiose, tra cui "Pop Surrealism Stay Foolish", ricercatissimo, imitatissimo ed adorato dalle star, da Elton John a Modanna, da Kate Moss a Riccardo Tisci.
 
 
Le opere di Ray Caesar hanno il potere di trasportare lo spettatore nel suo universo onirico, enigmatico, profondo. Come fossimo Alice che capitombola nel suo Wonderland scopriamo i personaggi di Caesar, i dettagli degli abiti, delle ambitazioni, delle scenografie. Stile vittoriano ed art decò, simbolismo ed innocenza, mistero ed eleganza: un mix di suggestioni avvolte nell'interrogativo e più si è attenti osservatori e più aumentano le domande.
 
 
Di grande interesse è anche lo studio e la tecnica utilizzata da Caesar per le sue opere: i personaggi vengono costruiti come scheletri, mobili in ogni parte, con il software 3D Maya, utilizzato per l'animazione ed i video games. Caesar come un abile burattinaio muove i suoi personaggi, ne cura le pose ed aggiunge poi scenografie, dettagli, abiti, luce in una perfetta armonia compositiva, come nella più immacolata casa delle bambole; se a ciò aggiungiamo la sua abilità nel frammentare le storie, gli indizi, gli enigmi celati dietro la profondità degli sguardi, bè non possiamo che rimanerne estasiati.
 

La pareti di velluto rosso della Dorothy Circus Gallery, galleria che rappresenta l'artista in Italia, ospitano 18 opere, tra inediti ed edizioni limitatissime, un esposizione unica, assolutamente da non perdere, al quale si affianca la mostra "The Bestiality" dell'artista canadese Anna Kunzt visibile nella sala White Velvet della galleria.
Un vero peccato è stato non poter scattare foto a questa bellissima mostra, a causa della natura digital delle opere, ma prendetelo come un incentivo per andare di persona alla Dorothy Circus Gallery.
 
 
Writer /// Roberta Solitari
Illustrator /// Gianfranco Cioffi
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)