Dennis Oppenheim | Il Senso dell'Infinito

on
0

Dennis Oppenheim | Il Senso dell'Infinito

Raccontare Dennis Oppenheim in mille battute è come descrivere il Rinascimento in due frasi, esprimi un concetto ricco, ma non ne intendi nulla; cercherò di delineare quello che accomuna l’esplosione produttiva dell’artista americano. “Intersezione”  è la parola che Oppenheim ha divorato fino all’ultimo suono,  ha masticato e poi ingerito, ha assorbito fino a farla diventare il proprio DNA. L’atto dell’intersecare si definisce attraverso l’accostamento di tempo, spazio, corpo(quindi diversa materia), mutamento, processo, sensi . L’intenzione del corpo (che scaturisce nei cinque sensi) a contatto con la natura (che ne subisce una trasformazione) e con il trascorrere del tempo (che ne subisce un mutamento); quando si riesce ad accomunare tutto ciò, ecco il senso d’infinito. Il principio è un’intenzione, l’opera d’arte è l’intersezione, il risultato è l’espressione di un concetto. Dennis Oppenheim è stato un pioniere dell’arte concettuale, le sue opere spaziano dalla land art alla body art, dalla performance alla scultura, dalla video art  alla fotografia.“The work was action , not the result”.
 
 
 
 
 
 
 
 
Writer /// Danila Gambettola
Graphic Designer /// Ambra Di Carlo
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)
Tag :