Fumettisti XL interview | #1 Alberto Corradi #2 Diavù

on
0

Fumettisti XL interview | #1 Alberto Corradi #2 Diavù

Un’esperienza davvero imperdibile! Non posso che definirla in questo modo l’avventura nel magico mondo dei comics il 5 giugno alle Officine Cantelmo: un’intera mattinata per gli studenti dell’università di Lecce a tu per tu con la creatività e i segreti della tecnica del disegno per i fumetti. Cinque ore veramente entusiasmanti di insegnamento e curiosità su come nascono i fumetti, sul senso dell’esser fumettisti in Italia e sui diversi progetti che stanno seguendo Diavù & Company! Come l’ha definita Ale Giorgini, una “giornata davvero divertente per cinque ore di chiacchiere in compagnia”. Alla fine i valorosi cartoonist hanno deliziato i ragazzi presenti con le loro personalizzazioni delle riviste di XL di giugno mentre li ho intervistati con le mie “flash questions”per saperne di più sul percorso artistico/creativo di ognuno di loro cinque. Start...
 
Iniziamo da Alberto Corradi, impegnato autore di fumetti, illustratore, scrittore e saggista. Si è laureato presso l’Università Ca’Foscari di Venezia, ha fondato con Perissinotto, Ercole e Martini la rivista Snuff. Del 2001 al 2009 è stato caporedattore della Black Velvet Editrice di Bologna. Collabora con Smemoranda, Comix, Neural, Stripburger, Frontiera, Kerosene, Fumettagenda, Stereoscomic Gigantic, Blue, L'Ostile, Strip Art Vizura, Par Condicio, 106U, Silent Wall,Extreme, GevsG8, Resistenze, Le Dernier Cri. Dal 2006 appartiene al movimento pittorico Pop Surrealist italiano e collabora con la rivista di Repubblica XL illustrando per la rivista le storie dei personaggi Mostro & Morto, mentre per Linus dal 2010 realizza la serie Conte Vlad. Le sue opere pittoriche sono distribuite in mostra in Italia, Canada, Corea del Sud, Francia, Giappone, Macedonia, Messico, Portogallo, Slovenia, Serbia & Montenegro, Stati Uniti.
 
 
 
Un capitolo a parte per David Vecchiato “Diavù”, artista poliedrico, cartoonist, writer che scrive, disegna, dipinge, organizza mostre e scrive canzoni (project “Za Bùm”). Per illustrare usa materiali casuali e ricicla di tutto (giornali, libri strappati, tovagliette, cartone, fotocopie, tele già dipinte), lavora con colori acrilici, pastelli a olio, penne, Pantoni e pastelli, spray, tinte lavabili con vinavil, stucco e gesso. Insegna all’Istituto Europeo di Design di Roma, collabora con Riccardo Mannelli e le Officine Guano. Attualmente scrive la colonna sonora di un film e lavora a nuove storie. Ascolta i White Stripes, Beck, Paolo Conte, Rino Gaetano e attualmente il suo disco preferito è un evergreen di Jim Sullivan “U.F.O” del 1969. Ama l’arte di Rauschenberg, Mendoza, Barry McGee, le installazioni di Tracey Emin, le sculture dei Chapman e le performance di Paul McCarthy. Il suo comics preferito è Piteco della simpatica coppia “Macaco & Piteco” che lui stesso ha creato, dice “perché mi rappresenta di più, mentre il mio fumetto preferito da ragazzino era Alan Ford, creato da Max Bunker e Magnus”. Di quest’ultimo ama la linea, lo stile che aveva nel disegnare con le matite e i pennelli. Mentre il suo poeta preferito Louis-Ferdinand Céline, mentre Keith Haring è il pittore che l’ha ispirato su moltissime delle scelte che ha fatto nella sua carriera artistica. Come obiettivo futuro vedrebbe la possibilità di “svoltare” e continuare a fare questo lavoro. Pragmatico e visionario contemporaneamente!
 
 
Schizzo Comics Alien @Diavù
 
 
...TO BE CONTINUED...
 
Writer /// Assunta Petruzzi
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)