Testadialkol | Beviamo con la testa

on
0

Testadialkol | Beviamo con la testa

Ci sono finita tramite conoscenti che già collaborano con l’associazione. Quello che viene promosso è degno di nota. Non ho resistito ed ho disegnato o meglio “stampato” qualcosa che diffondesse il progetto ed ora vi dico di cosa stiamo parlando. Anzi lo svelo intervistando  Matteo Lucherini “fondatore” del gruppo “Testadialkole presidente della Onlus GENERAZIONI CONTATTI "giovani e adulti comunicano". Leggete bene di cosa si tratta e fateci un pensierino…Teste di Alkol!

Chi eri prima di essere il coach delle “Testadialkol”?
Ero e sono un assicuratore di 50 anni con due figli ormai maggiorenni.

Partiamo diretti … Come nasce il progetto “Testadialkol”?
Dalla necessità di un gruppo di giovani e adulti di affiancarsi alle associazioni che si occupano di sicurezza stradale e abuso di alcolici. Solitamente queste associazioni nascono per commemorare una vittima della strada e spesso vengono lasciate sole a combattere una battaglia di sensibilizzazione sull'opinione pubblica molto difficile e delicata. Noi ci affianchiamo a loro per affrontare il tema dell'abuso di alcool con toni diversi, pensando che attraverso una grande campagna di consapevolezza sul fatto che bere troppo fa male e che mettersi alla guida di un veicolo in stato di alterazione alcolica è rischioso per se stessi e gli altri, si possa arrivare ad una considerevole massa critica di persone che la pensino come noi "testedialkol": "non facciamo le testedialkol, beviamo con la testa e... se ci capita fare le testedialkol, facciamo l'alcoltest e passiamo semmai le chiavi dell'auto o della moto ad un amico sobrio"! Usiamo toni propositivi e mai terroristici perche vogliamo creare una corrente di pensiero che accomuni più persone possibili! Usando immagini e toni duri si rischia di non farsi ascoltare dalle persone perché tutti ci sentiamo minacciati dagli incidenti stradali a causa dell'alcool e tutti abbiamo paura di sentir suonare il campanello di casa dalle forze dell'ordine alle due del mattino che portano qualche notizia funesta nelle nostre case.

Da quanti anni lavorate a questa idea e da quanto tempo il riscontro è effettivo?
Iniziammo nel 2008 con molti studenti liceali di Firenze che crearono la campagna Drink or Drive! Da lì fummo chiamati dall'università La Sapienza di Roma (dipartimento della comunicazione) per una giornata di studio interamente dedicata a noi, la quale ci diede modo di farci conoscere anche fuori da Firenze e inventare nuove strade per sensibilizzare giovani e adulti.

Come mai il vostro simbolo o mascotte è un teschio?
Testadialkol è il teschio di ognuno di noi che è modificato geneticamente fino ad avere il tappo in testa... strabevendo non può che accadere, scherzosamente, questo!

Avete mai pensato di farlo “cooperare” con altre mascotte per un fine comune?
No non abbiamo avuto modo di incontrare altre mascotte o di crearne altre! Ma non è detto non si possa fare!

Come si diffonde un’idea cosi “fuori-moda” come quella del bere con coscienza?
Il bere non esagerando non è fuori moda per tutti, molti ragazzi bevono per non sfigurare col gruppo di amici che frequentano. Addirittura molte ragazze si fanno preparare dei falsi cocktail come il Virgin mojito che non è altro che la versione analcolica del mojito, così da non esser da meno al bancone del pub! Comunque il fenomeno dell'abuso non è in discesa... purtroppo è sempre più diffuso anche per meccanismi commerciali sempre più serrati e globalizzati: happy hour, la festa alcolica, la bevuta in disco per tirar tardi, ecc! Meccanismi che vengono lanciati da mode sponsorizzate spesso da grandi realtà commerciali. Vorremmo con i già tanti ragazzi e adulti che non cercano la ciucca dal lunedì alla domenica, far passare il concetto che BERE TROPPO = NON ESSER FIGO!

I testimonial vengono contattati o tal volta si propongono?
Sempre contattati dai ragazzi ed il passaparola lo potete verificare sul sito testadialkol.it! L'ultimo arrivo è Fiorello!

Chi è stato il testimonial più divertente?
Margherita Hack che invitiamo tutti voi a guardare sulla videochiacchierata fatta a casa sua sul bere consapevole (visibile sul sito).

Come vi “sostenete”? Come si possono aiutare e sostenere le “Testadialkol”?
Ci autofinanziamo o con donazioni o con vendita Gadgets. Attendiamo anche il vostro piccolo, ma immenso contributo! Comprateci una maglietta da sfoggiare con gli amici!

Come si diventa GoldMember?
Lo siete tutti se venite sul sito e cliccate sulla pagina FB testadialkol!

Collaborate con altre università?
L'Università degli Studi di Firenze ha sostenuto alcune nostre iniziative sul territorio.

Avete mai ricevuto “interesse” da enti oppure scuole vogliose di sensibilizzare?
Tanti, tantissimi... però chiediamo una cosa che non tutti accettano di buon grado: lasciare vergine il progetto Testadialkol da loghi e sponsorizzazioni dirette che falserebbero la natura. Quindi sì appoggio e visibilità, ma con grande attenzione per la libertà comunicativa dei ragazzi.

Quali sono le prossime iniziative?
A Milano a febbraio con l'aiuto di Smemoranda faremo un grande evento sul divertimento consapevole fra studenti milanesi e fiorentini... speriamo nel locale dove registrano lo spettacolo Zelig.

E dunque ecco svelato quale idea mi è “frullata” in testa ed ho deciso di “contribuire” creando una “testadialkol” donna e pensierosa, in bianco e nero, una xilografia per raccontare una sensazione. Lettori se siete una “testadialkol” o conoscete “testedialkol” fate un giro sul sito e divertitevi a vedere le interviste o i gadget che sostengono il progetto!
 
 
Writer /// Roberta Feoli
Illustration /// Anna Cannuzz Canavesi
Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)