CLOUDS | Sfilata IED 2013

on
0

CLOUDS | Sfilata IED 2013

Sabato 6 Luglio,ore 22.Il cortile dello IED in via Branca invaso da enormi palloni bianchi che creano una cortina tra il catwalk ed il cielo sereno.Tre,due,uno e parte la sfilata.

Ma facciamo un passo indietro,di una settimana.Dopo un anno lungo e faticoso,tra alti e bassi, dopo revisioni, relatori, idee e progetti, dopo la ‘settimana nera’ della discussione tesi per i diplomati IED in Fashion Design, inizia un’altra settimana quella di organizzazione per la consueta sfilata di fine anno. Tra stand di abiti di ogni tipo,forma e colore, tavoli e tavoli di accessori, scarpe e borse si muovono tutti freneticamente.
 
Creazione outfit, foto, casting, sartoria, styling, tutto in sette febbrili giorni, tutto per ‘Clouds’. Quest’anno il tema dei progetti parte proprio da qui, da una nuvola, da un ricordo da una memoria collettiva. Un immaginario leggero, fluido, carico di elementi, ricordi e visioni. Il risultato è una sfilata che raccoglie i lavori di tutti i diplomati 2013, in chiave ibrida, sempre glamour ma un pò ‘sbagliato’, tutto quello che non ti aspetteresti, o meglio, tutto quello che ti aspetteresti riletto in modo inconsueto.
 
 
 
 
L’evento è rientrato ufficialmente nel calendario di AltaRoma AltaModa ed è stato trasmesso live streaming su ied.tv, vogue.it e grazia.it. Come la memoria, ‘Clouds’ è un percorso, un insieme di stili, di pezzi di flash back che sembrano fluttuare come una nuvola, sopra l’incredibile allestimento della sfilata. Mapping 3D su enormi palloni bianchi virati con proiezioni colorate, una passerella circolare che coinvolge gli spettatori, ed un fondale specchiato che crea continuità come in un ricordo,come in un pensiero.
 

Sabato 6 Luglio,ore 22. Cortile dello IED in via Branca, tutto appare così diverso da come è stato negli ultimi tre anni, non sembra più un luogo di studio,di esami,di facce conosciute e progetti da affrontare,ma sembra un nuovo inizio per tutti noi neo diplomati. E non c’è augurio migliore di quello di puntare in alto come gli enormi palloni bianchi di ‘Clouds’.
 
Writer / Photographer /// Roberta Solitari
Nessun voto finora