Mirror Box | IED Moda allo specchio

on
0

Mirror Box | IED Moda allo specchio

Mirror box, la presentazione di alcuni dei progetti dei diplomati dallo IED Roma nell'anno accademico 2012-2013 che si è tenuto il 24 gennaio alla galleria Il Ponte Contemporanea (via di Panico, 55) e inserito nel calendario di AltaRoma AltaModa.
 
 
Il nome è tutto un programma.
"Box" perché l'evento si è tenuto in uno spazio chiuso, una scatola. "Mirror" perché le pareti erano coperte da specchi, che riflettevano le immagini, così da dare l'impressione che nella stanza non ci fossero solo 18 creazioni, ma mille! Il pavimento, cosparso da cartine d'argento, riprendeva l'effetto ottico delle pareti. Questo, insieme alle luci argentee a forma di aureola sopra ogni capo esposto, rendeva l'atmosfera estremamente onirica, se non surreale!
 

A ripredere la forma della gabbia c'è Isabella Colucci che ha esposto una gonna completamente nera che inizialmente sembra essere una crinolina, ma che termina come pencil skirt, è riuscita ad unire il sacro al profano, come l'abito di Sara Di Dio: il contrasto di colori, bianco e nero, le braccia e il petto sono trasparenti come ti aspetteresti la divisa di un angelo ma poi sopra c'è ricamato un corpetto, nero, elaborato, che rende questo innocuo capo, femminile e sensuale. A sembrare più paradisiaco c'è il coprispalla di Flavia Di Tommaso, di un bianco candido. La forma che non sottolinea nessuna curva sembra renderlo quasi pudico, se non fosse per quelle spalle tagliate che mostrano lembi di pelle scoperta e ci riportano sulla terra ferma. Qui, proprio a Roma, dove questi giovani talenti sono cresciuti e sono stati educati dallo IED e adesso iniziano il loro percorso verso il successo, e Marco Antonio Marra sembra aver preso questo impegno molto seriamente: il body che ha esposto è di un tessuto resistente, le forme sono decise e i colori molto intensi, l'uniforme di una giovane guerriera. Oppure quella di una ragazza che ha voglia di sognare, come il body total balck di Sara Di Dio su cui sono cuciti dei ghirigori d'orati che fanno da cornice al cuore al centro e ai nostri desideri.
 

Una scarpa che cammina sullo specchio, ma che riflessa diventano mille, occhiali che riflettono il tuo sguardo sulle lenti e lo specchio dietro che riflette te stesso con gli occhiali! Giochi di luce e di riflessi che rendono l'atmosfera curiosa. Entrare, è come far parte un attimo di questo universo sconosciuto, questa scatola segreta dello IED Roma, che si apre al pubblico e presenta al mondo i suoi giovani talenti.
 
 
 
Writer /// Maria Sheila Miani
Graphic Designer /// Antonella Romano
Photographer /// Mel
 
Photo Editor /// Giulia Venanzi
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)