Hand-made cover

on
0

Hand-made cover

Il punto-croce è inquietante, domandate pure in giro e almeno il 90% dei vostri amici vi risponderà così. 
Quello che le vostre amiche non sanno è quanto sta diventando fashion.
Quello che i vostri amici non sanno è che c'è qualcuno che ricama capezzoli.
Questo qualcuno è Inge Jacobsen, le cui pagine ricamate stanno facendo il giro del mondo.
Inge ricama a punto croce su qualsiasi cosa le permetta di ampliare i confini dell'immagine, poco importa se si tratti di pornografia o riviste di moda.
Ultimamente sono state le copertine di Vogue a capitarle tra le mani e ne sono uscite completamente rivestite da un fitto lavoro di fili di cotone assolutamente fedele all’immagine sottostante: proprio come se nel vostro incubo peggiore tutto si stesse tramutando in un terrificante manufatto di pezza. Ma la storia non finisce qui.
La laureanda signorina Jacobsen, sta svolgendo una complicata ricerca su immagine e femminismo, talmente intricata da finire per alterare anche editoriali e campagne pubblicitarie; usando il ricamo come un pennarello ne ha riempito gli spazi, oppure, ci ha piazzato sopra una simpatica fanciulla in procinto di sfilarsi le mutande. Inge Jacobsen, oltre a mostrarvi il perfetto lato B dei suoi lavori (un buon ricamo si giudica dal suo didietro), coglie l’occasione per ricordarvi che non tutti gli incubi vengono per nuocere.

 

 

Writer /// Sharon Falco

 
 
 
 
 
 
 
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)