Il Piano | La Tour Paris 13

on
0

Il Piano | La Tour Paris 13

Qual è il sogno di ogni bambino? Oltre ad avere dei superpoteri e passsare una giornata a Disneyland, sicuramente nella lista dei desideri c'è quello di avere una stanzetta che lo rappresenti appieno, un piccolo forte in cui vivere, crescere e sognare. Qual era  Il mio desiderio? Disegnare e dipingere su tutte le pareti. Ovviamente desiderio non esaudito dai miei genitori, restando in una stanza che oggi potremmo definire "minimal chic".
 
@Agostino Iacurci
 
Forse gli artisti di cui vi parlerò avranno avuto il mio stesso desierio. Proprio al centro di Parigi, nella zona tra Bibliothèque Nationale de France e la nuova Cité de la Mode et du Design, spunta La Tour Paris un ritrovo temporaneo per "artisti-sperduti". Una sorta di "isola che non c'è" in verticale. L'edificio di nove piani (4500 mq), ormai in disuso, verrà imbrattato dai colori di street artist provenineti dall'America Latina, paesi mediorientali e per l'Europa Italia e Portogallo. Tra gli inquilini non posso non nominare C215, Alexöne, Ethos, David Walker, Ludo, Inti ed eL Seed. Ad ognuno viene affidata una stanza, dove potranno sviluppare liberamente il loro codice stilistico: dai graffiti ai post-graffiti, passando per la stancil art fino alle correnti più recenti, influenzate dalla grafica e illustrazione per finire col mondo digitale.
 
@Etnik

Ma chi sono i "genitori" che hanno dato carta-camera-bianca a questi artistes prodige? La Tour Paris 13 è un progetto del Mairie13eme coordinato dalla Galerie Itinerrance. Proprio quest'ultima ha affidato all'agenzia Le Grand Jeu, specializzata nella cura su scala europea di progetti di street art, un intero piano da dedicare all'Italia.
 
@JBRock

Così il terzo viene ribattezzato "Il Piano" raccogliendo diversità stilistiche e generazioni d'artisti nostrani: 108 Nero, Agostino Iacurci, Senso, Awer, Dado, Hogre, Hopnn, Joys, JBRock, Joys, Moneyless, Mp5, Orticanoodles, Peeta, Tellas e Etnik.
 
@Hopnn

L'1 ottobre 2013 verrà inaugurato questo museo tempornaeo, e il pubblico avrà a disposizione tutto il mese per visitare la torre. Proprio come "l'isola che non c'è" che scompare all'orizzonte, lo stabilimento verrà abbattuto nel mese di novembre sotto direttiva del Comune di Parigi.
 
 
Writer /// Nicodemo Callà
Illustrator /// Gianfranco Cioffi
Nessun voto finora