SPAM Magazine | Agumented Reality

on
0

SPAM Magazine | Agumented Reality

Creazina.it è lieta di presentare..Ma no, non servono discorsi già sentiti. Come si direbbe a Roma, per questo pezzo basta una presentazione “scialla”. Due giovani milanesi ( Federico Mirarchi e Roberto Piazza ) decidono di lasciare i loro lavori di pubblicitari, per buttarsi in un progetto, che a parole loro raccoglie il meglio del web su carta stampata, tradotto nella lingua di creazina sarebbe un free magazine, uno di quelli che appena lo vedi, lo prendi e lo nascondi nella tua libreria. Tutto questo con una marcia in più, la cosiddetta Agumented Reality per dirlo in inglese, la Realtà Aumentata in Italiano. Così è molto più "sciallo".
Carta + contenuto figo + interattività = SPAM Magazine.
Basta un’addizione per arrivare ad ottenere un giornale di successo, ecco perché tanti paroloni non servirebbero a nulla. Adesso sono loro a spiegarcelo.
  • SPAM concentra il meglio del web su carta stampata, quali sono gli ingredienti segreti della vostra rivista?
    Nessun ingrediente segreto, cerchiamo solo di selezionare contenuti interessanti, stimolanti, poco visti. Se poi dovessimo entrare nello specifico non sapremmo rispondere, credo sia una questione di sensibilità. Per ora i nostri contenuti sono molto apprezzati e questo ci fa piacere ovviamente, ma quando selezioniamo ci basiamo sul nostro gusto, che fortunatamente poi è condiviso.
  • Siete due giovani ragazzi che hanno deciso di seguire una strada ambiziosa, da cosa parte questo desiderio?
    Più che un desiderio è stata un’esigenza: se si ha un’idea bisogna perseguirla, è un peccato lasciarla accantonata. Per noi è stato proprio impossibile. Quindi ci stiamo provando. Sicuramente nella scelta ha influito il fatto che fossimo un po’ stufi della pubblicità, dopo anni in agenzia volevamo allargare i nostri orizzonti. Sono stati anni bellissimi ma avevamo voglia di cambiare, soprattutto perché avevamo un’idea.
  • Infatti come nasce quindi, SPAM magazine?
    SPAM nasce da due grandi amori: Per la carta e internet. Da una parte il primo media della storia, emotivo, multisensoriale, “fisico”, dall’altra “l’ultimo” invece, più freddo, più frenetico ma interattivo e con contenuti infiniti. SPAM unisce i benefit di uno e dell’altro mezzo. Rinnova la carta. Crea un nuovo media che dà alla carta la potenza di internet e la fa rinascere. SPAM mette il web nero su bianco, dà al digitale quella “matericità emotiva” che il web non ha, per poi tornare al digitale grazie all’utilizzo della Realtà Aumentata (AR), e quindi approfondire tutti gli argomenti trattati, sia editoriali che commerciali, con altri contenuti video, audio, 3D...
  • In un paese come l'Italia come considerate il rapporto tra i giovani e le loro ambizioni?
    Ovunque ci si trovi le ambizioni non devono essere soffocate da niente. Bisogna inseguirle e non aver rimpianti. Prima di ritrovarsi a dire “magari se avessi intrapreso quella strada…”, bisogna intrapenderla e vedere cosa succede. E non serve essere benestanti, serve tenacia e voglia di lavorare. Poi se ci si accorge che il posto dove ci si trova non aiuta, si può cambiare, ma intanto ci si deve mettere in moto, senza ma e senza se.
SPAM Mag # 4
  • Come pensate che si evolveranno l'editoria cartacea ed editoria digitale nei prossimi anni?
    L’editoria grazie all’AR si è già evoluta, il digitale sta dando segnali di evoluzione forti: i pc sono in crisi e spariranno, almeno i laptop, lasciando spazio ai tablet. E poi ci saranno gli occhiali di Google…lì si aprirà una nuova era, ma noi pensiamo sempre che tutte le tecnologie debbano essere usate con moderazione. Per SPAM nello specifico l’evoluzione tecnologica influisce poco, è solo uno strumento per approfondire ma prima di tutto devono essere buoni i contenuti da apprfondire, altrimenti non funziona. La rivista in sé, anche se letta in modo tradizionale, deve essere di buona qualità, poi l’AR dà quel qualcosa in più che prima la carta non dava, ma è un secondo passo.
  • Personalmente parlando ho cercato SPAM Magazine in tutta Milano (e qui potrei scrivere un pezzo su questa avventura, ma meglio sorvolare) dato il crescente successo di questo magazine come pensate di aumentare la distribuzione?
    Se aumenteranno gli investitori aumenterà la tiratura, la distribuzione…è un cane che si morde la coda. Ma il nostro primo obiettivo è sicuramente quello di arrivare ad avere uno SPAM in un’unica versione per tutta Europa: un magazine tutto in inglese, con contenuti selezionati da blog e siti europei e distribuito in città come Berlino, Londra, Barcellona, Parigi, Istanbul, Budapest, Lisbona, Dublino…
    Arrivare a creare un magazine europeo, che unisca e mostri come la vedono in altri posti su determinati argomenti di interesse comune.
  • Chi erano, chi sono e chi saranno Federico e Roberto?
    Due come tanti. Due che hanno avuto un’idea e che stanno cercando di portarla avanti facendo sacrifici ma con grandi soddisfazioni. Siamo sempre stati due persone curiose e intraprendenti, e vogliamo continuare ad essere così, sia ora che in futuro.
  • Noi di Creazina speriamo che spam diventi più popular, voi invece cosa sperate per il vostro magazine?
    Più che popolare che sia sempre apprezzato. La popolarità in sé non ha importanza se un prodotto non viene considerato valido, noi sappiamo che il nostro è un buon magazine, certo può migliorare sotto certi aspetti, ma la base è ottima, quindi ci piacerebbe, come sta succedendo, che venisse apprezzato sempre di più.

 

 

 
 
Writer /// Bianca Bursi
 
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (8 voti)